COMUNICATO STAMPA

NEGOZI ALIMENTARI E PUBBLICI ESERCIZI: VETRINA DEL "MADE IN ITALY" NELLA MOSTRA MERCATO TUTTISAPORI EXPO A GUBBIO

Si è svolta a Gubbio il 9 e 10 Ottobre, con grande successo di presenze e di espositori, la prima edizione di TuttiSapori Expo - Umbria a Tavola, la manifestazione fieristica promossa dalla Federazione dei pubblici esercizi e dalla Federazione degli esercizi dell'Alimentazione, in collaborazione con la Confesercenti dell'Umbria, su iniziativa de I Buoni d'Italia, con l'organizzazione del gruppo Publimedia.
Il pieno di espositori nello spazio allestito presso il Centro servizi Santo Spirito e le migliaia e migliaia di visitatori che hanno affollato gli stand hanno fatto dell'evento un autentico successo con piena soddisfazione degli organizzatori.
Soddisfazione espressa anche dai visitatori, che hanno potuto degustare ed acquistare prodotti arrivati da ogni parte d'Italia, dal Piemonte alla Sardegna, dal Veneto alla Puglia, dalla Toscana alla Calabria, e dagli espositori che hanno visto premiato il loro lavoro.
Splendidi i prodotti in esposizione: dal lardo, alle confetture, dalla cioccolata alla panetteria, dalla salumeria alla norcineria, dal formaggio ai vini, agli aceti al tartufo.
Tuttisapori expo ha centrato dunque in pieno i suoi obiettivi.
Un evento rivolto alla promozione dei prodotti alimentari tipici locali e a denominazione protetta. Una fiera dei prodotti italiani dop e igp, dei doc e docg, a salvaguardia delle tradizioni e della cultura enogastronomica ma anche dei prodotti tradizionali che ancora non hanno una denominazione protetta.
TuttiSapori ha, di fatto, l'obiettivo di far conoscere i molteplici tesori alimentari del nostro Paese mettendo in diretto contatto i produttori con i pubblici esercizi e i dettaglianti affinché, a loro volta, possano proporre ai consumatori ed ai clienti le tipicità alimentari di un territorio.
Del resto la cultura dell'alimentazione di qualità e della gastronomia, unita all'accoglienza e all'ospitalità delle piccole imprese italiane, è divenuta da tempo un marchio riconosciuto in tutto il mondo.
Nei negozi e nei pubblici esercizi italiani esiste un vero e proprio "stile" che viene vissuto dagli utenti, soprattutto turisti stranieri, come unico nel mondo e di cui non si può che essere orgogliosi.
Uno stile costituito dalla raffinatezza e dal buon gusto attraverso il quale i negozi e i pubblici esercizi esplicano la loro attività, preservando il valore sociale e culturale di prodotti e di ricette ed abitudini legate alla storia ed alla specificità del territorio.
Centinaia di migliaia di punti vendita e di locali accoglienti, spesso a carattere storico, dai tratti affascinanti, diffusi a rete su tutto il territorio nazionale, compongono un mosaico in grado di assecondare la vocazione del territorio e soddisfare le esigenze della comunità, in un contesto di relazioni economiche, sociali e culturali, unico ed inimitabile.
In questo contesto si inserisce l'iniziativa TuttiSapori Expo con un ruolo di promozione, salvaguardia e di valorizzazione anche delle imprese che tutelano, in forma moderna ed aggiornata, la tradizione e la cultura alimentare e conviviale espressa dal cibo e dall'accoglienza.
E' noto ed universalmente riconosciuto che gli esercizi commerciali e turistici valorizzano il territorio e le produzioni agro-alimentari. Quello che non viene ancora pienamente riconosciuto è il fatto che tali aziende costituiscono un traino alle economie locali, perché generano ricchezze, che restano sul territorio di riferimento ed accrescono il suo sviluppo.
Gli enti locali, in quanto espressioni istituzionali del territorio, dispongono di molteplici strumenti per favorire progetti, filiere produttive, sistemi turistici locali. E' proprio quello che hanno fatto gli enti locali umbri che hanno saputo cogliere l'occasione di TuttiSapori Expo - Umbria a Tavola intervenendo con intelligenza e lungimiranza, gettando le basi di un lavoro che già nella prossima edizione potrà produrre utili incrementi espositivi e di pubblico con benefici per il territorio, per la valorizzazione delle produzioni tipiche locali e per le imprese stesse.

Roma, 12 ottobre 2004